#737BC3
Fonte di Finanziamento
PON Metro

Investimento
 €

Stato dei lavori

Finanziamento:

100%

Progettazione:

100%

Gara:

100%

Realizzazione:

100%

Tag

Made in Libertà” è il progetto con cui l‘Ass.ne Making Soon ATS EPS ha partecipato al Bando Urbis, il bando del comune di Bari per la creazione di servizi di prossimità nelle aree della città a forte rischio di marginalità.

IL PROGETTO

Il progetto Made in Libertà si configura come un percorso di formazione e recruiting dedicato alle fasce più deboli (disuccupati, neet, immigrati, artigiani in difficoltà di impiego) che punta sia a trasmettere ex novo che ad attualizzare le competenze e le maestrie artigianali con le possibilità offerte dalle nuove tecnologie, come macchine a controllo numerico, stampanti 3D, CAD per lo sviluppo progettuale e dai nuovi materiali eco-compatibili.

COME NASCE L’IDEA

Il progetto scaturisce dalla volontà di agire politiche di integrazione di fasce escluse, tramite strumenti di apprendimento e inserimento lavorativo.

Nel contesto del quartiere Libertà, le trasformazioni socio-economiche del tessuto produttivo hanno interrotto il passaggio di competenze intergenerazionale per diversi lavori del mondo artigiano come falegnameria, ebanisteria e creazione di mobili.

Partendo da questo assunto Ass.ne Making Soon ATS EPS ha progettato un percorso che punta a riscoprire e a trasmettere queste specifiche competenze, attualizzandole con le nuove tecnologie; il progetto prevede inoltre spazi di coworking messi a disposizione degli utenti.

OBIETTIVI

Gli obiettivi specifici sono:

  • coinvolgere nelle attività formative giovani disoccupati, NEET, migranti, artigiani in difficoltà di impiego;
  • riattivare il processo di trasmissione infra generazionale e dell’artigianato locale;
  • dare possibilità di impiego autonomo tramite l’accesso alle attrezzature ed ai laboratori;
  • sviluppare un canale di ricerca sui materiali naturali per l’architettura ed il design;
  • sviluppare tecniche costruttive che facilitano l’auto-costruzione e l’auto-recupero;
  • fare formazione sulle nuove tecnologie di lavorazione per creare oggetti di design;
  • generare uno spazio di coworking a disposizione di designer, architetti, ingegneri, maker ;
  • organizzare seminari, incontri tematici, workshop e cantieri didattici, fornendo la possibilità di confrontarsi con il mondo del lavoro.

DESTINATARI

Destinatari diretti della proposta saranno principalmente migranti e giovani senza occupazione, e saranno inoltre coinvolti artigiani locali e anziani interessati a dare il loro supporto conoscitivo nelle varie fasi.

Sono inoltre previsti percorsi formativi e di ricerca per gli studenti di scuola media-superiori ed universitari attraverso attività didattiche e laboratoriali specifiche in grado di arricchire la formazione, testare le attitudini professionali e collaborare all’orientamento lavorativo.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Continuando a navigare acconsenti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi