OBIETTIVI

Creazione di nuove impese sociali

A CHI È RIVOLTO

Soggetti del terzo settore no-profit come indicati nel bando

Benefici

Incentivi a fondo perduto per imprese sociali nelle aree più fragili

Scadenze

10 dicembre 2018

 

100%

STATO DI AVANZAMENTO

 

DOWNLOAD

Scarica il BANDO sul sito del Comune di Bari


DOWNLOAD

Scarica la DOMANDA per partecipare all'opportunità

 

 

 INFORMAZIONI

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

 Via Roberto da Bari, 1 – 70122 Bari

 800.018291 (solo da linea urbana)
 080.5238335080.5239746

 urp@comune.bari.it

 Orari
Lun 9.30-13.30
Mar 9.30-13.30 / 14.30-17.30
Mer 9.30-13.30
Gio 9.30-13.3

 

Urbis è un programma della città di Bari che ha come obiettivo quello di stimolare il coinvolgimento del terzo settore e/o dei gruppi informali portatori di nuove idee nei percorsi di rigenerazione urbana, sociale e culturale attivati dall’Amministrazione presso le aree più fragili della città, favorendo la creazione di nuovi servizi di prossimità entro un network più ampio di economia sociale.

Come funziona Urbis

Il Comune di Bari promuove e sostiene, la creazione di nuove imprese sociali di prossimità nelle aree più fragili della città attraverso l’erogazione di incentivi a fondo perduto compresi tra 15.000 e 40.000 euro, a fronte di un cofinanziamento richiesto al soggetto proponente del 15%.

Chi può partecipare a Urbis

Possono partecipare alla misura soggetti no-profit del terzo settore o gruppi informali, in forma singola o in partnership costituite o da costituire. I soggetti del terzo settore no-profit ammessi al Bando sono i seguenti:

  • Organizzazioni di volontariato iscritte negli appositi registri istituiti dalle regioni e dalle province autonome (Legge n. 266/1991) che non svolgono attività commerciali diverse da quelle marginali indicate nel decreto 25 maggio 1995
  • Associazioni di promozione Sociale iscritte negli appositi registri nazionali e regionali (Legge n.383/2000)
  • Cooperative sociali iscritte all’Albo delle società cooperative, disciplinato dal Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 23 giugno 2004 e successive integrazioni
  • Fondazioni e associazioni aventi personalità giuridica
  • Enti morali ed ecclesiastici
  • Associazioni, comitati, fondazioni, società cooperative e gli altri enti di carattere privato iscritti all’anagrafe delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus)
  • Associazioni riconosciute e non riconosciute che riportino nel proprio Statuto l’esplicito divieto di distribuzione diretta o indiretta degli utili
  • Organizzazioni non governative (ONG)
  • Imprese sociali di cui al Decreto Legislativo 2017, n°112
  • Gruppi informali composti da individui e non costituiti in alcuna forma

Per visitare le altre opportunità esistenti sul portale Bari Innovazione Sociale (BIS) clicca sul link.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Continuando a navigare acconsenti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi