WhatsApp-Image-2019-06-07-at-12.49.00

IL TERRITORIO

Il territorio di Picone–Poggiofranco, due quartieri contigui ma con storie diverse. Il quartiere Picone prende il nome dal torrente Picone, oggi scomparso, che nel secolo scorso lambiva parte del quartiere. La sua formazione è il risultato della forte crescita cittadina degli anni cinquanta, che si sviluppa oltre i binari della stazione ferroviaria. Il territorio, un alveare brulicante di attività commerciali di piccolo cabotaggio, è percorso da un traffico automobilistico intenso. Uno dei punti di maggiore afflusso di Picone, sia per la posizione che per la vicinanza al Policlinico, è Piazza Giulio Cesare. Quasi nulli sono gli spazi di socialità e aggregativi per i residenti. Il quartiere Poggiofranco ha una storia più recente rispetto al contiguo al quartiere Picone, inoltre è caratterizzato una struttura urbanistica molto diversa. Poggiofranco è nato subito dopo la grande espansione di Bari degli anni cinquanta, da lazzaretto, diventa un quartiere borghese costituito in prevalenza da moderne costruzioni circondate da numerose aree a verde. Il quartiere rappresenta il centro direzionale della città vista la massiccia presenza di uffici e attività commerciali.

VISION

Il territorio Picone–Poggiofranco è costituito dai due quartieri contigui ma con diversa storia.
Questo è il punto da cui trae origine la proposta progettuale della nostra rete civica: dal bisogno di creare un’identità di quartiere. La rete civica urbana Picone-Poggiofranco, costituita da 21 partner,  attraverso la sua programmazione dal titolo “Identità senza età”, mobilita sul territorio competenze, risorse e conoscenze in logica collaborativa, tesa al soddisfacimento della valorizzazione di un’identità condivisa. Dai partner la proposta di un programma organico e multidimensionale di animazione, attivazione comunitaria e di innovazione sociale e culturale.
La visione unica del progetto viene declinata attraverso progetti, eventi e incontri che hanno lo scopo di migliorare il grado di integrazione, di familiarizzazione, di benessere psico-fisico; aspetti che confluiranno nella risposta al bisogno di identità rilevato.  Le attività si articoleranno attraverso giornate di teatro, ballo, cinema, gioco e incontri di condivisione e dialogo; conoscenza e valorizzazione urbanistica, storica e paesaggistica del territorio. Obiettivo principe è la capacità di orientare e stimolare la partecipazione civica dal basso nella volontà di rafforzare il capitale sociale.
 
 
 

 

• LE ATTIVITÀ DELLA RCU•

Novembre, 2019

Lun

Mar

Mer

Gio

Ven

Sab

Dom

-

-

-

-

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

Nessuna attività

Novembre

Nessuna attività

CATEGORIE DELLE ATTIVITÀ

COMPONENTI •

4. LUCA SAMELE
1.ASS PARCO DOMINGO
23. URBAN TEXTURE
22. STILO EDITRICE
25. BARI E I COLORI DEL MONDO
21. SOCIAL MAXIMA
20. NUOVO FANTARCA
19. LAB4PROJECT
18. GIANLUCA LOMBARDI
16. MARZIALMENTE
14. STUDIO OTTOMANELLI
5. VOGLIA DI BENE
12. COOP DALLA LUNA
8.ALZHEIMER
11. MEDIAEURO
7. ABACUS
6. COOP SAN FRANCESCO
24. nordsud
9.AICIS
3.ASS CREA IL TUO EVENTO

MEDIA GALLERY •

X
X